Lavorare all’Estero nel 2016: I DATI GOOGLE

lavorare all'estero

Come abbiamo visto nel post dedicato alle ricerche di lavoro, ancora oggi nel 2016 gli Italiani puntano per lo piu’ ad ottenere un posto di lavoro in madrepatria.  E la ragione principale e’ che purtroppo il nostro sistema scolastico non ci ha formato adeguatamente nell’apprendimento delle lingue straniere.

I pochi Italiani, in relazione al totale, che vogliono lavorare all’estero puntano ai seguenti paesi (ricerche medie mensili su Google.it, dati indicativi, non aggregati):

  • lavorare in Svizzera 14.800
  • lavorare all’estero 12.100
  • lavoro in Germania 7.400
  • lavorare a Londra 7.000
  • lavorare in Australia 3.600
  • lavorare in Spagna 2.400
  • lavorare in Canada 2.400
  • lavorare in Inghilterra 1.900
  • lavorare alle Canarie 1.900
  • lavorare in Francia 1.600
  • volontariato all’estero 1.300
  • lavorare in Norvegia 1.000
  • lavorare a Barcellona 1.000
  • lavorare in Irlanda 1.000
  • lavorare in Svezia 880
  • lavorare in Olanda 880
  • lavorare in  Austria 880
  • lavorare in Nuova Zelanda 590
  • lavorare in Danimarca 590
  • lavorare a Dublino 590
  • lavorare a Miami 590
  • lavorare a Parigi 590
  • lavorare ad Amsterdam 590
  • lavorare in Belgio 480
  • lavoro a Berlino 480
  • lavorare in Vaticano 480
  • lavorare in Scozia 390
  • lavorare in Lussemburgo 390
  • lavorare in Antartide 390
  • lavorare in Russia 390
  • lavorare in Costa Rica 390
  • lavorare in Cina 390
  • lavorare in Albania 390
  • lavorare in Finlandia 320
  • lavorare a Montecarlo 320
  • lavorare in California 320
  • lavorare in Romania 260
  • lavorare in Alaska 260
  • lavorare in Africa 260
  • lavorare in Qatar 260
  • lavorare in Polonia 260
  • vivere in Groenlandia 210
  • lavorare in Argentina 210
  • Non voglio piu’ lavorare 210
  • Lavorare negli Stati Uniti 210
  • Lavorare ai Caraibi 170
  • Lavorare in Bulgaria 170
  • Lavoro a Dubai 170
  • Lavoro a Panama 170
  • Lavoro a Malta 170
  • Lavorare in India 140
  • Lavorare in Iran 140
  • Lavorare in Giappone 110.

 

Che tipo di occupazione cercano gli Italiani per lavorare all’estero? (ricerche medie mensili su Google.it, dati indicativi, non aggregati)

  • ragazza alla pari 5.400
  • internship 5.400
  • cameriere 1.900
  • cuoco 1.300
  • fattorini 1.300
  • seaman 1.000
  • muratore 880
  • infermiera 880
  • macellaio 880
  • geometra 720
  • ingegnere 720
  • falegname 590
  • insegnare in Svizzera 480
  • bagnino 390
  • elettricista 390
  • gelatiere 390
  • pizzaiolo 390
  • lavorare al mcdonald 390
  • lavorare all’ONU 320
  • fisioterapisti 320
  • lavorare nei supermercati 320
  • lavorare alla FAO 260
  • imbianchino 210
  • lavorare in fattoria 210
  • fotografo 210
  • lavoro in miniera 170
  • tuttofare 170
  • lavapiatti 170
  • psicologo 170
  • architetto 170.

 

Cosa possiamo dedurre da queste due liste?

In primo luogo, gli Italiani per lavorare all’estero puntano a stare nell’Europa sviluppata, prima fra tutti la Svizzera, dove si parla anche l’Italiano e poi in Germania e Regno Unito perche’ spesso abbiamo parenti o amici che ci possono aiutare.

In secondo luogo, in questi paesi puntiamo a fare lavori umili perche’ ovviamente non parliamo bene la lingua locale.

 

Cosa consigliamo noi di Avventure Professionali nel Mondo a tutti coloro che vogliono lavorare all’estero?

In primo luogo, di dimenticare amici e parenti nei paesi sviluppati e di andare, anche da soli in:

 

In secondo luogo, di NON AUTOLIMITARSI. In  questi paesi non siete costretti a fare lavori umili, come nei paesi sviluppati. Se vai a Londra, Sydney o Toronto, nell’80% dei casi puoi aspirare solo a un lavoro manuale.

Nei paesi consigliati da Avventure Professionali nel Mondo potresti fare il PRODUCT MANAGER NEL SETTORE TURISTICO, IL MARKETING MANAGER, LO SPECIALISTA IMPORT-EXPORT, IL RESPONSABILE DEL CUSTOMER SERVICE,… tutti lavori con prospettive di CARRIERA E DI CRESCITA.

E per accedere a questi posti di lavoro non necessiti della laurea o di titoli, ti basta essere Italiano e parlare l’Inglese fluentemente. Vuoi imparare una lingua straniera efficamente? Leggi il nostro articolo qui.

 

Puoi andare in questi paesi direttamente o dopo un’esperienza in una citta’ multiculturale come Londra o Sydney, dove il tuo scopo non sara’ quello di lavorare 10 ore al giorno in un ristorante, ma di SVILUPPARE RELAZIONI utili per spostarti nei paesi in crescita.